Panoramica sulla Cura dei Cerchi

I cerchi hanno la capacità di cambiare l’aspetto di ogni veicolo in modo drastico, il che è provato dalla massiccia offerta presente sul mercato. Avere cerchi ricoperti dalla polvere dei freni è davvero un pugno in un occhio e può peggiorare l’aspetto del veicolo. I cerchi che sembrano nuovi, d’altro canto, possono far risaltare il look dell’intera auto. Prendersi cura dei cerchi non è difficile e non richiede moltissimo tempo, una volta che si seguono alcune linee guida.

Per prendersi cura dei cerchi è sufficiente rimuovere le impurità, lucidarli, e quindi proteggerli per rendere il loro mantenimento più semplice. L’ostinata polvere dei freni può essere a volte difficile da rimuovere, ma solitamente i cerchi possono sembrare come nuovi usando i giusti prodotti e strumenti.

 

Frequenza nella Cura dei Cerchi

Raccomandiamo di mantenere i cerchi puliti, con un lavaggio tramite acqua, un detergente delicato come Angelwax Bilberry ed un guanto dedicato, a ogni lavaggio del veicolo (1 o 2 settimane). Una pulizia approfondita dei cerchi e l’aggiunta di strati di protezione dovrebbe essere eseguita ogni 2 o 3 mesi.

 

Come Prendersi Cura dei Cerchi

Quando ci si prende cura dei cerchi è fondamentale avere i giusti prodotti ed attrezzi. Inoltre, è importante conoscere la tipologia di cerchi in possesso ed il materiale con cui sono realizzati, in modo da riconoscere anche i prodotti da usare nella massima sicurezza. Se si possiedono cerchi in lega, è quasi certo che su di essi sia presente una patina di trasparente. Questo rende tutto più semplice perché si può usare una grande quantità di prodotti per la pulizia del cerchio senza preoccuparsi dell’eventualità di ossidarlo o rovinarlo. Si possono trattare allo stesso modo di come si effettua la cura della carrozzeria, ossia si possono lavare, decontaminare con la clay bar, lucidare e proteggere. Cerchi complessi, che hanno parti lucide, parti di metallo nudo o finiture opache, richiedono un trattamento più accurato, altrimenti si corre il rischio di ossidarli e danneggiarli e, di conseguenza, la scelta dei prodotti deve essere accurata.

I cerchi devono essere completamente raffreddati prima di trattarli. Se l’auto è stata utilizzata in precedenza, anche se per poco, si deve dare ai cerchi il tempo di raffreddarsi prima di usare qualsiasi detergente. Si può utilizzare un po’ d’acqua per accelerare il processo di raffreddamento, ma avranno comunque bisogno di qualche istante per raggiungere la temperatura dell’aria ed essere quindi pronti per la pulizia. Se possibile, lavare i cerchi all’ombra, evitando così che si formino aloni dovuti all’asciugamento dell’acqua alla luce diretta del sole.

 

Pulizia e Mantenimento

Il modo migliore per pulire e mantenere i cerchi è utilizzare un detergente apposito con un guanto per lavaggio dedicato. Un cerchio correttamente mantenuto non avrà mai troppo sporco accumulato su di esso, con due benefici principali: 1) il tempo totale richiesto per la pulizia non sarà mai troppo 2) non sarà necessario utilizzare sempre detergenti specifici ma basterà un semplice shampoo neutro. E quindi le prime due regole essenziali nella cura dei cerchi sono: 1) occuparsi delle manutenzione dei cerchi in modo regolare, 2) proteggerli con un prodotto adatto.

Acqua e shampoo neutro possono aiutare a rimuovere le impurità e a pulire i cerchioni ben tenuti, ma può succedere che qualche imperfezione ostinata richieda un detergente specifico per cerchi. Dopo vari anni di prove e test sul campo vi suggeriamo prodotti come a ph bilanciato (o ph neutro) come Gtechniq W6 Iron Remover o Car Pro IronX LS, detergenti che fanno parte della categoria degli iron remover e che quindi puliscono a fondo i residui ferrosi che, se lasciati sulla superficie, possono creare danni. Questi possono essere usati per qualsiasi tipo di cerchi in assoluta sicurezza e si potrà aumentare la loro efficacia lasciandoli agire per qualche minuto, se si ha la possibilità di lavorare all’ombra. I detergenti acidi o alcalini per cerchi (come Ma-Fra Splendorlega o Ma-Fra Cromobrill) sono molto efficaci per velocità e capacità pulente (e decisamente necessari in alcuni casi) ma rischiano di ossidare o opacizzare la superficie oppure essere totalmente incompatibili con materiali delicati come magnesio e cromo. I detergenti acidi dovrebbero essere usati solo su cerchi in lega con uno spesso strato trasparente su di essi. Una volta terminato il lavaggio, risciacquare il cerchio con un filo sottile d’acqua, facendo particolare attenzione negli incavi vicino ai bulloni. Se si notano alcune macchie persistenti, esse vanno passate con del pulitore come LCDA SuperClean ed un panno morbido, oppure con una spazzola/pennello sicura per il cerchi. Usando una spazzola in nylon o pennello con setole molto fitte si possono creare rigature concentriche sul cerchione, quindi è meglio cercare una spazzola con setole molto morbide o con fibre naturali come il pennello Dodo Juice. Se dovessero presentarsi altre macchie consigliamo di provare un polish di qualità per metallo, che può essere generalmente applicato sia sul metallo nudo che su quello verniciato. In seguito verranno date maggiori delucidazioni nel paragrafo Lucidatura dei Cerchi.

Per pulire efficacemente all’interno delle singole razze del cerchi o raggiungere i punti più difficili del canale raccomandiamo l’acquisto di una spazzola Microfiber Madness Incredibrush oppure delle delicatissime Woolies Wheel Brush. Se la parte interna delle razze è verniciata con il trasparente (probabilmente nella maggior parte dei veicoli) allora si procederà a immergere la spazzola nell’acqua e shampoo e la polvere dei freni dovrebbe essere rimossa facilmente.  Se non dovesse essere presente questa protezione, sarà necessario spruzzare il detergente scelto per cerchioni sulle razze interne e nel canale e pulire tramite la spazzola scelta per una pulizia profonda. Il nostro consiglio è quello di pulire prima la parte interna del cerchio (razze e canale) e poi rifinire l’esterno. Nelle nostre prove abbiamo notato come una manutenzione regolare dei cerchi con uno shampoo come Car Pro HydrO2Foam permetta di pulire il cerchio in modo efficace e contemporaneamente proteggerlo. Poter contare su questa doppia funzione in spazi solitamente difficili da raggiungere si rivela una mossa vincente!

Usare la clay bar sui cerchi è un ottimo espediente per preparare la superficie e rimuovere ulteriore polvere dei freni. Bisogna tuttavia fare attenzione e usare l’argilla solo su una superficie ben lucidata per non aggiungere imperfezioni e segni difficili da rimuovere.

 

Lucidatura dei Cerchi

Lucidare i cerchi può aiutare a incrementare la lucentezza e l’intensità del riflesso e rimuovere imperfezioni minori presenti sulla superficie. Se i cerchi hanno uno strato trasparente si potrà lucidarli allo stesso modo della vernice della carrozzeria. Se i cerchi sono composti di metallo nudo, come avviene molto spesso con i bordi, si possono lucidare usando un polish per metallo dedicato per accentuare la lucentezza, l’intensità e rimuovere imperfezioni minori.

 

Come Lucidare i Cerchi

- Punto 1) Mettere una goccia, grande circa come un pisello, di polish per metallo su un applicatore manuale

- Punto 2) Applicando la minore pressione possibile, stendere il polish sull’area che si desidera pulire che consigliamo non ampliare oltre i 20x20 cm

- Punto 3) Partendo con un piccola pressione lavorare il polish sul cerchio, aumentandola se necessario

- Punto 4) Continuare a lavorare sul cerchi finché il polish avrà formato un film appena visibile

- Punto 5) Con un panno Microfiber Madness Yellow Fellow 2.0 40×40 cm rimuovere la patina di polish

- Punto 6) Ripetere i punti da 1 a 5 finché l’intero cerchio sarà lucidato

Nota bene: è buona norma testare l’effetto del polish su una piccola area del cerchio prima di lucidarlo tutto

 

Proteggere i Cerchi

Per fare in modo che i cerchi sembrino nuovi per un lungo periodo di tempo, è necessario assicurarsi che siano protetti. Esiste la possibilità di coprirli con sigillanti e cere, ma esistono anche prodotti specifici per i cerchi. Noi preferiamo prodotti spray come Car Pro HydrO2 Sigillante Rapido, (comodissimo, dal momento che si spruzza e si attiva con il getto dell’acqua), Gtechniq C2v3 Liquid Crystal, o Angelwax TI-22 Sigillante Spray Titanio 250 ml perchè la loro applicazione è estremamente semplice ed è possibile trattare agevolmente anche le zone meno accessibili. Questi prodotti lasciano una superficie molto liscia che facilita lo scivolamento della polvere dei freni, sono progettati per resistere alle alte temperature prodotte dai freni, aumentano l’intensità e la lucentezza del cerchio e li mettono a nuovo. L’alternativa è costituita da trattamenti nanotecnologici che riescono a proteggere il cerchio contro lo sporco e la polvere dei freni fino a due anni facilitando notevolmente la manutenzione. Quando si ha la possibilità di lavorare su un cerchio smontato quella della nanotecnologia è in assoluto la soluzione migliore e più duratura. Esempi di trattamenti nano per cerchi sono il Car Pro DLUX ed il Gtechniq C5 Protezione Cerchi 15 ml.

 

Note e Suggerimenti nella Cura dei Cerchi

- Pulire i cerchi con shampoo, acqua e un guanto da lavaggio dedicato

- Applicare uno strato di protezione sul cerchio renderà più facile il suo buon mantenimento

- Usare sempre un detergente con pH neutro su cerchi con materiali più raffinati

- Detergenti acidi per cerchi possono facilmente ossidare la parte lucidata

- Usare la clay bar è utile per preparare il cerchio alla lucidatura e all’applicazione dello strato protettivo

- Lucidare il cerchio aumenterà l’intensità, la lucentezza e rimuoverà qualche imperfezione

- Proteggere il cerchio con un sigillante è il modo migliore per mantenerlo in buone condizioni

 

Panoramica sulla Cura degli Pneumatici

Prendersi cura degli pneumatici non significa mettere una coperta su di essi e toglierla quando serve. Molti non comprendono l’importanza di preparare con cura lo pneumatico prima di applicare il protettivo. Preparare bene la superficie aumenta la durata della protezione e minimizza la possibilità che il protettivo schizzi su altre parti del veicolo.

Esistono molti tipi di protettivi sul mercato: a base d’acqua e a base di silicone. I protettivi ad acqua vengono assorbiti dalla gomma e hanno anche l’effetto di rinvigorire lo pneumatico, mantenendolo morbido e flessibile. I protettivi a base di silicone tendono ad ungere maggiormente la gomma ma hanno una durata decisamente maggiore. I protettivi a base di silicone sono di solito più lucenti e intensi di quelli ad acqua.

 

Frequenza nella Cura degli Pneumatici

Raccomandiamo di applicare i protettivo dopo ogni lavaggio (ogni 1 o 2 settimane). Le condizioni degli pneumatici determinano il bisogno di lavarli e prepararli quindi è opportuno valutare, dopo aver lavato gli pneumatici, se sono ancora presenti sporco e impurità. In questo caso raccomandiamo di sgrassarle per pulirle bene e rimuovere il precedente strato di protettivo. Se si possiedono cerchi lucidati è opportuno controllare che il detergente per pneumatici sia sicuro anche per il cerchio.

 

Come Prendersi Cura degli Pneumatici

Pulire gli pneumatici è piuttosto semplice. Consigliamo l’uso di una spazzola come la Wood Grip ed un panno Microfiber Madness Slogger 40×40 cm. Si potrà lavarli con acqua e shampoo ed assicurarsi che non abbiano bisogno di un’ulteriore pulita ma il nostro consiglio è quello di effettuare una pulizia con un detergente sicuro come LCDA SuperClean e la spazzola. Sarà sufficiente spruzzare il detergente sugli pneumatici e lasciarlo agire per un paio di minuti. Spazzolare poi la gomma per rimuovere le impurità ed infine asciugare.

Applicare il protettivo è il passo seguente. Basterà versare del protettivo su un Applicatore Manuale LCDA Soft Finishing e lavorare sulla gomma. Consigliamo di usare il minor quantitativo di prodotto possibile per ridurre il rischio di macchiare la vernice con l’eccesso di prodotto che schizzerebbe. Inoltre, è meglio applicare più strati sottili di protettivo invece di uno spesso. Per una completa e uniforme applicazione, muovere il veicolo avanti o indietro per passare il protettivo sulla parte di pneumatico che prima era a contatto col suolo. Tra i nostri protettivi preferiti per durata e resa estetica ci sono Car Pro PERL Coat, Gtechniq T1 Tyre & Trim  Labocosmetica #Hydra e l’economico, ma molto efficace, Gtechniq T2 Tyre Dressing 250 ml.

 

Note e Suggerimenti nella Cura degli Pneumatici

- I protettivi a base di silicone hanno una maggiore tendenza a macchiare altre parti del veicolo

- I protettivi a base d’acqua vengono assorbiti dalla gomma e la rivitalizzano

- Preparare bene gli pneumatici prima di applicare il protettivo al fine di aumentarne la durata e prevenirne la tendenza a macchiare altre parti del veicolo

- Applicare sempre il protettivo in strati leggeri e uniformi

- Portare il veicolo qualche metro avanti dopo aver applicato il primo strato di protettivo per poterlo applicare in maniera omogenea anche sulla parte che in precedenza era a contatto col suolo.